Foglio anarchico e libertario del gruppo Kronstadt Toscano

Palestina-Israele, 65 anni fa la Nakba – Israele si arraffa il bottino velocemente per prenderne ancora di più [en]

Palestina-Israele, 65 anni fa la Nakba – Israele si arraffa il bottino velocemente per prenderne ancora di più [en]

Report del 21.05.13:

Sono passati già 65 anni dalla Nakba ed io ancora ricordo Deir Yassin ed altri pezzi di memorie di nove anni prima. Mi ci sono voluti troppi anni per rimettere insieme questi pezzi e liberarmi del lavaggio di cervello sionista di stampo nazionalsocialista (marxista). Negli ultimi 47 anni ho imparato la libertà dal libro di Erich Fromm, “Fuga dalla Libertà” ed ho cercato di tenere aperto questo sentiero anche per altri. La partecipazione alla lotta unitaria insieme ai comitati popolari è il percorso migliore che gli israeliani possano fare verso la libertà.

Grazie agli attivisti palestinesi di Bil’in, Ni’lin, Ma’sara, Beit Ummar, Nabi Saleh, Qaddum e di altri villaggi che partecipano alle lotte di tanto in tanto, un ringraziamento speciale ai luoghi di Mas’ha dove si tenne il campeggio unitario che diede inizio alla lotta popolare unitaria non armata. Vengono sfidate ancora una volta le ordinanze restrittive che regolano la repressione della lotte non-armate sostenute dal coinvolgimento degli attivisti israeliani.

Manifestazioni settimanali non-violente in Palestina, 17 maggio 2013

KAFR QADDUM, NABI SALEH, DEIR JARIR, BIL’IN, AL-MA’SARA, NI’LIN, GERUSALEMME… manifestazioni settimanali non-violente contro il muro israeliano dell’APARTHEID e contro gli insediamenti ILLEGALI, in solidarietà con i prigionieri palestinesi in sciopero della fame nelle carceri israeliane e per commemorare il 65° anniversario della Nakba (“catastrofe”) palestinese.

VIDEO da KAFR QADDUM:

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.538580959522060.1073741843.251098394936986

http://www.youtube.com/watch?v=yzc1luoCU98

Bil’in

430a manifestazione del venerdì (la prima che mi perdo in 5 anni), 17.05.13:

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.451123378313607.1073741840.387324478026831

Nabi Saleh

La protesta a Nabi Saleh si è svolta nei campi, dove i soldati hanno attaccato con i lacrimogeni, incendiando i campi. Mentre le persone cercavano di spegnere il fuoco, i soldati dell’esercito più amorale del mondo hanno iniziato a urlare: “Brucerà, il vostro villaggio brucerà”.

La manifestazione settimanale del venerdì ha commemorato la Nakba palestinese (la “catastrofe”) che fu lo sgombero forzato di circa 800.000 Palestinesi da centinaia di villaggi e di città palestinesi. I residenti del villaggio, con gli attivisti internazionali ed israeliani hanno marciato per chiedere il ritorno di tutti i profughi palestinesi. Quando i manifestanti hanno raggiunto la collina ai bordi del villaggio, i soldati si sono schierati ed hanno sparato lacrimogeni che hanno innescato incendi nei campi adiacenti. Mentre gli abitanti cercavano di spegnere il fuoco, i soldati cantavano “possa il vostro villaggio bruciare”. Altri manifestanti hanno scalato le colline e si sono scontrati con i soldati lungo la strada. Otto attivisti israeliani ed internazionali sono stati fermati ma subito rilasciati. Nel frattempo, l’esercito ha invaso il villaggio, spruzzando acqua fetida sulle case abitate. I giovani che cercavano di respingere l’invasione dell’esercito sono stati oggetto di lancio lacrimogeni.

Haim Schwarczenberg:

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.367673460019021.1073741861.202358256550543

Nel frattempo, il cannone che spara acqua fetida è entrato nel villaggio ed ha rivolto il suo getto contro le case.

yisraelpnm:

http://www.youtube.com/watch?v=0LZarvV6CXg

Qaddum

Venerdì 17.05.13: 9 Israeliani, alcuni internazionali e circa 200 palestinesi hanno partecipato alla manifestazione che aveva come obiettivi ancora una volta la lotta contro il blocco della strada per il capoluogo di regione Nablus, contro il furto della terra insito nel progetto coloniale sionista e contro le atrocità dell’occupazione.

David Reeb:

http://youtu.be/or8ObPUqeCg

Gerusalemme

Manifestazione della Giornata della Nakba, Gerusalemme Est

Il 15 Maggio ricorreva il 65° anniversario della creazione dello stato sionista, che venne fondato sulla pulizia etnica dei palestinesi e l’espulsione di circa 750.000 abitanti, nota in arabo come al-Nakba (la catastrofe). Commemorata ogni anno dalle comunità palestinesi di tutto il mondo, come pure dai profughi interni alla Palestina, questi ed i loro discendenti chiedono il ritorno di tutti i palestinesi ai loro luoghi di origine, in applicazione della risoluzione ONU e della dichiarazione dei diritti umani. Il 15 maggio 2013, a centinaia si sono radunati intorno a Porta Damasco e nelle strade adiacenti a Gerusalemme Est per commemorare la Nakba – sia l’espulsione del 1948 che le continue demolizioni di case e le espulsioni a tutte le città.

La polizia antisommossa israeliana ha risposto violentemente con i lacrimogeni, uso di armi elettriche e di cannnoni ad acqua, spruzzando acqua sui manifestanti, sui passanti, sui negozi e persino sugli altri poliziotti. Parecchi attivisti sono stati arrestati e condotti nella vicina stazione di polizia, altri sono rimasti lievemente feriti e soccorsi sul campo.

Haim Schwarczenberg:

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.366932153426485.1073741860.202358256550543

Giovedì:

Il gruppo “Democrazia o Ribellione” organizza un presidio adiacente alla comunità ortodossa Charedì, in supporto del loro rifiuto di arruolarsi nell’esercito.

La solidarietà va alla sezione ortodossa che non ha mai sostenuto il progetto coloniale sionista e non ha mai chiesto denaro allo Stato. Mentre i capi rabbini dichiarano che i tentativi di arruolare gli ultra-ortodossi nell’esercito costituisce una “guerra religiosa”, le masse scendono nelle strade di Gerusalemme per una manifestazione anti-arruolamento. Violenti scontri sono scoppiati tra alcuni manifestanti e la polizia. Tredici i feriti e 10 arrestati.

Parallelamente a questa manifestazione, un piccolo gruppo di 30 ex-attivisti del movimento 14Giugno, affiliati con la frazione più radicale ed antimilitarista del movimento di giustizia sociale noto come “Democrazia o Ribellione” (tra cui alcuni attivisti anarchici), hanno manifestato a sostegno degli ultra-ortodossi.

https://www.facebook.com/photo.php?v=10151702701528072

Sheikh Jarrah

Grossa manifestazione oggi (17.05.13) a Sheikh Jarrah – in circa 250 hanno chiesto di impedire lo sgombero di Shamasneh e la fine delle intrusioni dei coloni a Sheikh Jarrah ed a Gerusalemme Est.

Attivisti del movimento giovanile di Giaffa – che ha guidato la campagna di solidarietà con i prigionieri politici palestinesi – hanno preso parte al corteo contro gli sgomberi a Sheikh Jarrah. Sgomberi e demolizioni di case sono diventati un problema crescente anche a Giaffa.

Tal King:

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.193874517430825.1073741838.113760382108906

Haim Schwarczenberg:

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.367676880018679.1073741862.202358256550543

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=584416098259700

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.213198555381458.60260.100000739446057

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151612502177138.1073741857.779192137

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.549021465148702.1073741832.100001225612827

Videos:

http://www.facebook.com/photo.php?v=4860632840928

https://www.youtube.com/watch?v=4m82SolEAnM

Tel-Aviv/Giaffa

Protesta per la Giornata della Nakba a Giaffa – 15.05.13

Oltre 60 Palestinesi ed Israeliani si sono radunati per commemorare la Nakba a Giaffa. Scandendo slogans come “Palestina Libera”, “Libertà per i prigionieri politici”, “Fate tornare i profughi della Nakba” ed altri.

http://www.flickr.com/photos/talkingphotographer/sets/72157633507369208/with/8742607201/

Netanya

Stanotte, 18 maggio 2013, manifestazione forte di 300 partecipanti contro la privatizzazione del gas naturale trovato nel Mar Mediterraneo, davanti alla città di Netanya. I manifestanti hanno marciato verso la residenza di Yitzhak Tshuva, proprietario della compagnia di produzione di energia, ed hanno bloccato la principale superstrada Haifa-Tel Aviv.

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151420560947073

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=10200682749145416

http://www.facebook.com/media/set/?set=at.10151438104843597.1073741828.646008596.100000181433021.100003299724455.100000272792848.626874827

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151435703110838

http://www.youtube.com/watch?v=lhlp3hC_aGY

Ilan Shalif

http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro

http://www.awalls.org

 

Traduzione a cura di FdCA – Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall