Foglio anarchico e libertario del gruppo Kronstadt Toscano

ISRAELI APARTHEID WEEK (15-23 marzo 2011)

Diffondiamo il comunicato stampa degli organizzatori della settimana nella città di Pisa il giorno 14 marzo 2011.

Per il terzo anno consecutivo, dall’15 al 23 marzo 2011, presso l’Università di Pisa e presso il CineClub Arsenale di Pisa, studenti e associazioni cittadine organizzano una settimana di informazione e protesta sul regime di Apartheid instaurato da Israele verso i Palestinesi.

Anche quest’anno Pisa si unisce così alla campagna internazionale Israeli Apartheid Week(IAW): settimana di eventi e manifestazioni organizzate nelle università in tutto il mondo, una volta all’anno, per informare sulle discriminazioni e la violenza di cui sono oggetto Palestinesi e per promuovere la campagna di boicottaggio dei prodotti e delle istituzioni israeliane. Eventi e manifestazioni in oltre 100 città di 5 continenti denunceranno il regime di Apartheid attuato dallo Stato di Israele. Pisa è stata la prima città italiana a partecipare, tre anni fa, ma quest anno importanti calendari di attività sono stati organizzati anche in altre città universitarie: Bologna, Padova, Roma, Napoli. Dopo l’iniziale scetticismo degli organi universitari, che nel 2009 hanno negato le aule alle associazioni facendo temere un’operazione di censura politica, gli eventi si sono guadagnati spazi importanti all’interno delle facoltà pisane.

Nella convinzione che i crimini di guerra non debbano rimanere impuniti, chi aderisce alla campagna IAW sostiene la necessità di avviare forme di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS) su Israele finché questo non rispetterà le risoluzioni ONU, le Convenzioni di Ginevra e i diritti umani. Le stesse forme di protesta nonviolenta, applicate negli anni 80contro il Sudafrica, furono fondamentali per la fine dell’Apartheid. E’ di questi giorni lanotizia dell’attacco palestinese alla colonia di Itamar, e proseguono ogni settimana uccisioni extragiudiziali di civili e combattenti Palestinesi ad opera dell’esercito israeliano. Affinché il bagno di sangue si fermi è necessario individuare metodi di lotta nonviolenti che esercitino pressione reale su Israele, per porre fine all’oppressione che sta alla radice del conflitto.

Per più di una settimana a Pisa si succederanno conferenze, workshop, proiezioni di documentari, mostre fotografiche. Docenti dell’Ateneo Pisano e di altre città, insieme a studenti ed esponenti di movimenti ed organizzazioni, discuteranno della campagna internazionale IAW e delle discriminazioni subite studenti e docenti palestinesi e arabi-israeliani. La settima si chiuderà il 23 marzo con una tavola rotonda sulle collaborazioni accademiche tra Italia e Palestina, presso l’Aula Magna Nuova della Sapienza.

Gli organizzatori della IAW invitano studenti e cittadini a partecipare a tutte queste iniziative e ad unirsi alla campagna BDS, affinché il 2011 sia un anno di mobilitazione contro l’apartheid, e per la giustizia, l’uguaglianza, la pace.

A Pisa le iniziative della campagna vengono organizzate da

Gruppo BDS-Pisa per la Palestina, Un ponte per, Progetto Rebeldia, Sinistra Per…, Casa della Donna, Associazione di Amicizia Italo-Palestinese ONLUS, Associazione per la Pace – Pisa, Centro Gandhi, Rete Radiè Resch, Pax Christi, Maghreb Unito, Cobas-Pisa

Per informazioni e contatti:

bds-pisa@inventati.org

3493215795

Sito campagna a Pisa: http://www.inventati.org/bds-pisa/

Sito campagna internazionale: http://apartheidweek.org/

A seguire il programma degli eventi:

Martedì 15 marzo, ore 19:30-22:30 – Cineclub Arsenale, Vicolo Scaramucci 4, Pisa

Ore 19:30 – Aperi-cena palestinese

Ore 20:30 – Proiezione: film di animazione Fatenah (di Ahmad Habash, Palestina 2009, 31′) – ingresso serata 4 €

A seguire, presentazione e dibattito:

Diritti negati: il regime di Apartheid sulla pelle dei Palestinesi

Intervengono:

Guido Benedetti (Medici per i diritti umani) – Il diritto allo salute nei Territori Occupati

Martina Pignatti M. (Un ponte per…) – Resistere all’Apartheid, una lotta per la dignità

Mostra in background: THE BEATEN TRACK, la salute negata nella Striscia di Gaza

Proiezione: Route 181, frammenti di un viaggio in Palestina e Israele (di E. Sivan e M. Khleifi, Isr/Pal 2004, estratto di 30′)

Mercoledì 16 marzo, ore 17:00-20:00 –

Aula multimediale, Fac. di Lettere, Via Collegio Ricci 10, Pisa

Conferenza e dibattito:

Agire e comunicare contro l’Apartheid israeliana:

la campagna BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni)

Introduce:

Guido Masotti (Gruppo BDS-Pisa per la Palestina)

Intervengono:

Stephanie Westbrook (Coalizione italiana contro Carmel-Agrexco)

Fouad Rouehia (Amisnet, Agenzia Multimediale di Informazione Sociale)

Mercoledì 23 marzo, ore 17:00-20:00

Aula Magna Nuova della Sapienza, Via Curtatone e Montanara 15, Pisa

Tavola rotonda:

Relazioni accademiche tra Italia e Palestina,

le università resistono alla discriminazione

Introduce:

Prof. Giorgio Gallo (Università di Pisa)

Intervengono:

Prof. Cinzia Nachira (Università del Salento) – La cultura sotto assedio e lo spettro dell’Apartheid

Enrico Bartolomei (Università di Macerata) – Fare ricerca in Palestina, un’esperienza personale

Martina Pignatti Morano (Università di Pisa) – Richieste e proposte dell’accademia palestinese

La Campagna per il Diritto allo Studio in Palestina presenterà il documento

“Guida introduttiva per i progetti di collaborazione accademica fra Italia e Palestina”

Organizzano:

Gruppo BDS-Pisa per la Palestina, Un ponte per, Progetto Rebeldia, Sinistra Per…, Casa della Donna, Associazione di Amicizia Italo-Palestinese ONLUS, Associazione per la Pace – Pisa, Centro Gandhi, Rete Radiè Resch, Pax Christi, Maghreb Unito, Cobas-Pisa